Uncharted 3: la presentazione italiana

PS3

Uncharted 3

In una cornice piuttosto affollata, in quel di Milano, il team Naughty Dog di Uncharted 3 ha riversato sul tavolo alcune delle principali carte con il quale tenterà di portare nuovamente al successo il brand. C’e tanto materiale: dal single player al versante multigiocatore, dalle nuove modalità di gioco alle infinite personalizzazioni possibili, dalla misteriosa trama alla implementazione dei social network. Ecco il reso conto della presentazione stampa di Unacharted 3.

Uncharted 3, una storia lunga un sogno

Tutti gli uomini sognano. Non però allo stesso modo. Quelli che sognano di notte nei polverosi recessi della mente si svegliano al mattino per scoprire che il sogno è vano. Ma quelli che sognano di giorno sono uomini pericolosi, giacché ad essi è dato vivere i sogni ad occhi aperti e far sì che essi si avverino

E’ con la frase di Thomas Edward Lawrence che si apre la conferenza stampa di Uncarted 3. Il team ha subito chiarito l’idea che sta alla base del titolo e, più nello specifico, della trama:

Cerchiamo un mistero storico attorno al quale sviluppare la storia e in questo caso è stato Laurence d’Arabia. Anche le citazioni con cui partiamo sono sempre centrali e quella di questo capito parla di sogni e di come realizzarli ad occhi aperti: chi ha la volontà di imporsi al mondo è un uomo pericoloso

Uncharted 3 ruota intorno a due diverse storie, così diverse, eppure ricche di mistero e dense di una particolare carica emotiva in grado di prendere per mano il giocatore e condurlo con entusiasmo per tutta la campagna principale. Il primo tema è quello dell ‘Atlandide del deserto; il secondo, invece, è di tipo umano ed è relativo al rapporto tra Drake e Sullivan.

La storia dell’Atlandide del deserto, altrimenti nota come Ubar, è stata raccontata molte volte, ma il mistero è tutt’altro che risolto. Stiamo parlando della piu’ favolosa delle citta’ dell’Arabia antica, ricordata con il nome di Iram nel Corano ed abitata da una misteriosa stirpe di giganti. Si narra che sia una terra ricca, molto ricca…e questa è una delle ragioni per cui Drake ne è attratto. Quali tesori custodirà?

Drake e Sullivan: così simili, così diversi…

Se la trama riserverà al giocatore misteri e colpi di scena, altrettanto allettante è anche l’analisi che Uncharted 3  fornirà sulla relazione tra Drake e Sullivan. Sully è visto un po’ come il salvatore e un po’ come il corruttore di Drake. La relazione cambia con l’età, man mano che il proprio mentore invecchia il rapporto tra i due cambia. Drake ha paura di diventare come lui, quando invece vorrebbe trovare una sua identità personale. Un rapporto complicato, dunque. Un rapporto che sarà alla base dell’avventura, dei dialoghi, delle cut scene. Un rapporto che aggiunge pathos ad un’azione di gioco, altrimenti banale e, forse, non troppo originale. Insomma, passi la ricerca di un tesoro nascosto, la ricerca della ricchezza, ma cosa sarebbe tutto ciò senza una storia alle spalle che permetta al giocatore di immedesimarsi davvero nei personaggi? La storia tra Drake e Sully, a nostro avviso, rende viva l’azione e permette all’utente di sentire lo stato d’animo dei protagonisti.

Chi è Katherine “Kate” Marlowe?

Sì, ci sono nuovi cattivi. Kate, ad esempio. Ma chi è? A capo di una società segreta è l’antagonista principale di Drake. Ma cosa ha di diverso rispetto ai mercenari con cui abbiamo imparato a lottare? E’ affascinante. E’ misteriosa e, molto probabilmente è furba come una volpe. Tutto questo la porta ad essere più interessante di un mercenario qualsiasi. Gli scontri che affronteremo durante l’avventura saranno più insidiosi che in passato. I nemici reagiscono e si difendono con più caparbietà, sono intelligenti, più indiretti e rimangono dietro le quinte, senza esporsi troppo al nostro arsenale.

Quanto sopra affermato dai responsabili del prodotto, ha subito trovato riscontro nelle nostre prove dirette. Pad alla mano, abbiamo scoperto che la nuova IA sarà in grado di sorprenderci. Senza volervi spoilerare troppo, vi diciamo che gli scontri corpo a corpo avranno un ruolo tutt’altro che secondario. Attraversare una porta, con il rischio di essere assaltati alle spalle da qualche brutto ceffo, sarà tutt’altro che sporadico.

Il lato cinematografico di Drake

Uncharted 3

La faccia da attore c’è. Il fascino dell’avventuriero pure. La direzione artistica degna delle migliori produzioni hollywoodiane è sempre in primo piano. Cosa manca? Nulla, ovviamente. Le nuove tecnologie hanno permesso di implementare effetti visivi ancora più sorprendenti. Elemento principale di gioco, ad esempio, è la sabbia. Il team ha effettuato vari sopralluoghi per capire come si spostava e comportava la sabbia. C’è un sacco di documentazione in proposito e il risultato in gioco è frutto di questa conoscenza. Ma non finisce qui. Anche per l’acqua c’e un nuovo motore grafico, così come per il fuoco che regna sovrano in alcune scene indoor.

Animazioni e espressioni facciali sono state ottimizzate per risaltare gli stati d’animo dei protagonisti: quando Drake sarà arrabbiato, riusciremo subito a rendercene conto da alcuni particolari del volto. Già, i particolari che fanno la differenza. Come abbiamo avuto modo di sottolineare qualche giorno fa, lo stesso regista di gioco ha parlato di un salto di qualità, daUC 2 ad UC 3, meno incisivo che in passato. E’ normale, siamo arrivati a standard qualitativi altissimi, e il salto di qualità deve per forza essere affidato ai particolari.

Anche se già presente nel precedente capitolo, il multiplayer di questo nuovo Uncharted 3 farà passi da gigante. Il team ha voluto dare un qualcosa di unico, che fosse decisamente innovativo. Da qui, la presenza, ad esempio, di un death match con tre squadre, suddivise in tre gruppi da due persone. E che dire della coop online? Inoltre, dando uno sguardo al social game, questo Uncharted 3 si arricchirà con il supporto a Facebook, così che invitare i propri amici sarà ancora più semplice ed immediato.

L’appuntamento è per il prossimo 2 Novembre, anche se a breve pubblicheremo l’intervista a Arne Meyer, Community Strategist di Naughty Dog e la nostra recensione completa.


5 Commenti

  1. VA:F [1.9.17_1161]
    0

    Beati voi ragazzi.. Sembra eccezionale

  2. VA:F [1.9.17_1161]
    0

    Oh non vedo l’ora che esca. Gran bel titolo: prenotato!

Scrivi un commento, la tua opinione conta!

Devi effettuare il login per scrivere un commento.



-_-