The Last Guardian: da grandi attese derivano più grandi aspettative

PS3 PS4

The Last Guardian

Più volte si è parlato di quanto i prodotti che subiscono gravi ritardi non riescano nemmeno a raggiungere le aspettative del pubblico; dopo tutte le giustificazioni certi giochi ritardano semplicemente perché la giusta idea venga trovata. The Last Guardian non è da meno ma è anche certo che durante il suo travagliato sviluppo, ancora in corso, ha dovuto oltrepassare ostacoli forse ben più ostici della mera mancanza di idee. Le domande sono due: quando uscirà e, se lo farà, per quale console?

La prima volta in cui abbiamo parlato di The Last Guardian fu nel 2009, con un trailer proveniente direttamente dall’E3: lo stile è particolarmente chiaro, Ico e Shadow of the Colossus hanno fornito elementi di base sia per la grafica che per certi sistemi di gioco; comanderemo un bambino seguito da un enorme animale alato e saremo chiamati a risolvere enigmi che prevedono in una certa misura l’interazione tra i due. L’animale, quindi, vola e potremo cavalcarlo per esplorare l’ambiente.
Lo sviluppo procedette fino a quando non si cominciò a credere che il gioco potesse uscire durante il natale del 2011 ma proprio durante il mese di dicembre dello stesso anno Fumito Ueda lascia formalmente la Sony. Questo è il chiaro punto di svolta, Ueda non è più un dipendente di SCE ma continua a lavorare al gioco come freelance: da qui in poi troviamo solo scuse, previsioni e dubbi, nessun nuovo elemento del gioco rivelato e lo sviluppo subisce un prepotente arresto; ci si aggrappa però alla speranza che possa uscire comunque, date anche le dichiarazioni di Sony e dello stesso Ueda che tentano di rassicurare il pubblico.

Ora, ci sono due buoni motivi che potrebbero aver causato il mostruoso ritardo: dopo l’uscita di Ueda da Sony il rapporto tra le due parti è cambiato, è probabile che abbiano dovuto rivedere certi accordi e che la compagnia abbia preso del tempo per occuparsi principalmente del progetto PS4; il secondo è proprio l’uscita della console, chissà come e quando il team di Ueda ha cominciato a lavorare direttamente sulla nuova macchina, questo per altri due anni a causa dei lavori al gioco e per mettere in vendita la console. Ma perché non annunciare The Last Guardian per PS4? Sony non ha nemmeno rilasciato del nuovo materiale e lo sviluppo sembra procedere in maniera normale. Probabilmente la risposta è da cercare tra certe scelte di marketing e forse mancano pochi mesi prima che si decidano a rivelare le loro carte.

Il fantasma della cancellazione è però sempre presente: quasi cinque anni di sviluppo e ancora pochissimo materiale. Certamente, Sony saprà benissimo in che modo rilasciare il gioco per trarne il maggior guadagno ma se non dovesse farlo è perché probabilmente non avrebbe senso immettere nel mercato un prodotto del genere. Chiaramente, anche se solo in parte, non avrebbe senso per noi.


2 Commenti

  1. Avatar di marco75
    VN:F [1.9.17_1161]
    -1

    Se va beh..no comment. X_X

  2. Avatar di Giorgio Gullotta
    VN:F [1.9.17_1161]
    -1

    Questo gioco mi ricorda, con non poca nostalgia, Shadow of the colossus e Ico, ammetto di essere ignorante su questo particolare gioco e penso infatti che sia dai creatori dei su detti must have ps2, mi potete confermare che c’è qualche collegamento tra questi tre titoli?

Scrivi un commento, la tua opinione conta!

Devi effettuare il login per scrivere un commento.



-_-