Recensione » Syndicate

Syndicate Recensione » PS3
7.5/10

Ieri, 1993, La Bullfrog Production tranquilla tranquilla si occupa di un grande progetto pubblicato da Electronic Arts – Syndicate – che vede coinvolta la vecchissima piattaforma Amiga in un primo momento e poi passare a console più evolute nei seguiti e nelle ripubblicazioni del 1996.
Oggi, 2012, Gli Starbreeze Studios (sempre sotto pubblicazione Electronic Arts) ci riforniscono di un nuovo Syndacate, il Syndacate del 2012. Quella che segue è la recensione per quest’ultimo titolo della serie e solo arrivando sino a fondo pagina capirete se sarà il caso di tornare a rispolverare il vostro amiga o tenervi stretta questa nuova pubblicazione EA.

2069 odissea nello spazio (della realtà aumentata)

Syndicate

Ambientato in un futuro nemmeno troppo lontano, si parla del 2069, il contesto di Syndicate vede la stessa realtà che potevate notare nei capitoli precedenti; grandi città abbastanza avanzate e tecnologie d’avanguardia. Il punto focale risiede nelle multinazionali, Syndicate, infiniti ed immensi colossi che grazie all’impianto di Dart Chip hanno scavalcato ogni qualsivoglia forma di potere sovrano dei governi per farci finire così in questa lotta caratterizzata da giochi potere, corruzione e consumismo sfrenato; tirando le somme? Se hai un Chip innestato nel cervello sei qualcuno, in caso contrario verrai trattato con molto meno riguardo rispetto alla tua controparte.
In tutto questo marasma voi, nei panni dell’agente Miles Kilo, sarete i primi tester del progetto Dart 6; l’ultimo gioiellino tecnologico sviluppato dalla ricercatrice Lily Drawl.. il tutto in casa EuroCorp! In pochissimo tempo Jack Denham, il CEO della EuroCorp, vi darà la vostra prima missione insieme al vostro collega Merit, e chiaramente questa primo compito servirà a scoprire uno dei tanti intrighi di cui il gioco sarà denso.

E’ passato il decreto Anti-Camperoni!

Syndicate

Ok, siamo agenti EuroCorp, siamo crème de la crème ed avere un chip Dart 6 sicuramente non può che migliorare ulteriormente la cosa: realtà aumentata e abilità di violazione sono il nostro biglietto di visita.

La sovrimpressione Dart
è un potentissimo strumento che accompagnerà una sostanziale parte del nostro gameplay evidenziando ai nostri occhi nemici o oggetti di particolare interesse; da evidenziare anche la fattispecie “nemici dietro copertura” portandoci così una spanna sopra chiunque voglia farci del male, ed oltre a queste caratteristiche di realtà aumentata la sovrimpressione Dart migliorerà le nostre prestazioni fisiche e allargherà la nostra percezione del tempo; insomma le caratteristiche per un’ottima “macchina per Uccidere”.
Passando alla seconda abilità, ovvero la violazione, ci ritroveremo davanti ad una serie di grandi capacità nel violare i chip in in genere, 3 abilità fondamentali verranno a far parte del vostro arsenale di sterminio; Suicidio, Sovraccarico e Persuasione.
Questo trinomio sarà utilizzabile sulla stragrande quantità di nemici che incontreremo con un unica nota da evidenziare: una volta usata una abilità di violazione, bisognerà accumulare adrenalina per ricaricarle.. Come si ricarica l’adrenalina? Indovinate un po’! Syndicate fondamentalmente premia la sfrenatezza nella azioni, per cui a maggiori catene di uccisioni (effettuate con più o meno eleganza) riceverete un corrispettivo in adrenalina che, ripetiamo, vi ricaricherà le tre abilità per continuare nel vostro massacro. Ma se già tutto l’ambaradan per noi disponibile sembra rivelarsi davvero distruttivo, possiamo ancora una volta stupirci perché in particolari momenti del gioco disporremo di ulteriori punti che ci serviranno a comprare ulteriori potenziamenti; diciamo che non saranno la fine del mondo, ma sicuramente aumenteranno il nostro quasi spropositato potere.

Per gli amanti della lettura Syndicate è sicuramente un titolo da lodare; durante il corso dei livelli riusciremo ad accumulare un quantitativo di informazioni che nemmeno ci possiamo immaginare e, non appena lo vorremo, potremo (ri)visualizzarle in una sorta di nostro archivio personale. Rimanendo sempre in tema di informazioni aggiuntive, sarà divertente trovare le svariate “propagande” sparse nelle 20 missioni che vi attenderanno. Avete notato che non abbiamo ancora parlato di come viene raccontata la storia? Beh, purtroppo questo è un tasto dolente poiché buona parte delle missioni saranno incentivate davvero poco dagli intrighi sottostanti, insomma ci sono tante informazioni ma sta a voi tirare i conti e capire un po’ che diamine sta succedendo in queste missioni dove alcune volte il percorso risulta decisamente forzato.

Co(rp)-Operiamo!

Oltre alla modalità single player Syndicate ci offre una modalità Co-op Online tutta da scoprire e mediante l’aiuto di massimo altri 3 giocatori per missione, potremo addentrarci sempre di più nelle non troppe missioni disponibili. Se un signorino provvisto di Dart 6 ha spaccato tutto e tutti principalmente da solo, pensate cosa possono fare 4 agenti con eventuali classi di abilità diverse e tanta voglia di rompere tutto? In effetti questa modalità Co-Op potrà risultare divertente agli occhi di alcuni, specie per il level design giusto un po’ più curato rispetto a quello della campagna, ma potrebbe risultare banale in alcune risoluzioni nel caso di party composti da bravi giocatori.

La bomba prima di tutto fa rumore!

Ad ascoltare quello che ci offre Syndacate mostriamo un sorriso, ma non eccessivamente pieno, perché se da un lato abbiamo un degno suono delle armi che ci darà un altrettanto degno feeling con l’arma, dall’altro lato avremo la presenza di effettivi capolavori musicali, come il tema principale offertoci dagli Skrillex (ascoltate qui sotto), che di default verranno poco evidenziati durante il gameplay.

Turn your Lights on, for Syndacate!
A dispetto di quanto potevamo aspettarci, Syndacate non spicca affatto per una eccelsa qualità dei modelli che paragonati ad altri colossi videoludici contemporanei scadono, andando a finire una spanna sotto. Quello che l’occhio può apprezzare di Syndicate sarà l’atmosfera creata dagli effetti aggiuntivi, come la realtà aumentata o, più in generale, tutti quei particolari atti a farci capire che non siamo dei semplici umani, ma che siamo provvisti di un Chip che di fatto ci rende più degli artefatti tecnologici che altro; giochi di luce a Go-go, c’è a chi piace questa storia.. e c’è a chi no!

L’ultima cartuccia

Syndicate » VideoRecensione  
Syndicate
VideoRecensione
5:43 min
Tirando un po’ le somme Syndicate è un titolo che ci farà contemporaneamente piacere e dispiacere giocare.
Data la grande pubblicità e polpette mediatiche che ci hanno rifilato, ci dovevamo aspettare necessariamente un must have, cosa che invece non è. Dall’altra faccia della moneta, abbiamo un titolo che sicuramente si piazza ad un più che discreto livello di tecnicismi, ma la storia finisce lì; semplicemente un buon titolo, divertente e scorrevole; lasciamo il nostro amiga nello scatolone per questa volta.
Se magari avessimo avuto uno sparatutto strategico originale piuttosto che una simil-copia di altri shooter in giro per il mercato (come l’ultimo Deus Ex), Syndicate avrebbe raggiunto una votazione migliore e, probabilmente, un seguito migliore.

Questa recensione è basata su una copia promozionale per PS3


11 Commenti

  1. Avatar di Silver D
    VN:F [1.9.17_1161]
    -1

    Grazie per la recensione, avevo già fatto l’idea di volerlo comprare, ma oramai aspetterò che scenda di prezzo su Amazon UK

  2. Avatar di Serna
    VN:F [1.9.17_1161]
    +2

    Se magari avessimo avuto uno sparatutto strategico originale piuttosto che una simil-copia di altri shooter in giro per il mercato

    This.

    Da un titolo che si chiama “Syndicate”, costruito sulle basi poste da quei due titoli precedenti, doveva arrivare qualcosa di diverso, unico e ovviamente migliore. Questo è solo uno sparatutto che gioca sulla grandezza e l’innovazione dei titoli precedenti e ne sfrutta nome e ambientazione come pretesto per farsi pubblicità e vendere.

    Inoltre, vista la delusione, mi sono andato a vedere anche la ‘storia’ che hanno usato per ‘incollare’ un livello all’altro, ed è davvero patetica e cliché. Non sto qui a spoilerare, ma, di nuovo, non ha nulla a che fare con lo ‘spirito’ di Syndicate.

    È triste che ogni gioco che esca oggi sembra debba essere per forza un platform/action/fps mainstream sviluppato sia per PC che console.

    Come già detto, grossa delusione. Un titolo che va dritto dritto nel ‘dimenticatoio’ senza passare dal via.

    • Avatar di Silver D
      VN:F [1.9.17_1161]
      +2

      @Serna È quello che è venuto da pensare anche a me, tuttavia non posso negare di essermi interessato a questo gioco sperando in un qualcosa di decente e non nel solito FPS del cazzo che oramai vediamo più spesso a giro…

      • Avatar di Serna
        VN:F [1.9.17_1161]
        +2

        @Silver D Beh allora secondo me merita di più un Deus-Ex, che almeno sembra mantenere un certo livello di profondità e spessore, a dispetto della ‘sparatuttaggine’ imperante. Se avessero impostato così anche Syndicate non mi sarebbe dispiaciuto (troppo – anche se mi sarei comunque aspettato ‘di più’), invece hanno fatto l’esatto contrario, limitandosi a scopiazzare cose molto secondarie, come il sistema degli ‘upgrade’ (e anche “realtà aumentata e abilità di violazione” non sono idee originali), appiattendo il gameplay a livelli inferiori a un bulletstorm, tanto per fare un altro nome.

        Secondo me il 5,5 (attuale) delle recensioni degli utenti su metacritic è più giusto del 7,5 di buddha. Poi ovvio, come per tutte le cose “de gustibus“. C’è anche chi gode a farsi prendere a frustate, per dire…

        • Avatar di Serna
          VN:F [1.9.17_1161]
          +1

          @Serna Una piccola nota a margine: sempre a proposito di EA e metacritic, mi sono andato a vedere le recensioni per ME3, e… spero che le cose non stiano come dice la quasi totalità dei giocatori, ma sarebbe solo la riprova di quanto appena detto per Syndicate…

          Vedremo cosa ne pensa buddha fra qualche giorno (immagino), ma certo è che (di nuovo) c’è un abisso colossale fra le recensioni della critica e quelle del ‘popolino’…

        • Avatar di Silver D
          VN:F [1.9.17_1161]
          0

          @Serna Deus Ex ce l’ho e devo ancora giocarci, tuttavia non mancherò di farlo. Per quanto riguarda Syndicate, sin da quando ho scoperto che la serie era nata come strategico ho sempre bistrattato a parole questa nuova uscita di Syndicate senza però nascondere il mio interesse per questo gioco. Prenderò di sicuro Syndicate, ma su Amazon UK quando mi verrà a costare meno di 20 euro, se oramai, come dici te, la trama è sbiadita come un paio di vecchi jeans, spero almeno che come FPS sia divertente perchè se lo definisci una spanna sotto a Bulletstorm, l’unico FPS di questa generazione che mi abbia divertito come un matto, per me è già abbastanza.

          Mi riserverò di dire altro quando ci avrò giocato, per ora rimango con la curiosità.

          • Avatar di Serna
            VN:F [1.9.17_1161]
            0

            @Silver D

            spero almeno che come FPS sia divertente perchè se lo definisci una spanna sotto a Bulletstorm, l’unico FPS di questa generazione che mi abbia divertito come un matto, per me è già abbastanza

            Veramente ho solo detto “gameplay a livelli inferiori a un bulletstorm”, se vuoi misurarlo a spanne, direi due e mezzo sotto :) anche perché BS, pur nella sua semplicità, aveva ambientazioni più ampie, varie e suggestive, oltre alla simpatica trovata della frusta, delle ‘fatality’ e delle ‘combo’, armi sicuramente più varie (ecc. ecc.).

            Cmq condivido pienamente l’idea di comprare a prezzi più bassi (perché il prezzo pieno non lo vale), ma dato che hanno rilasciato anche una demo, ti direi di dare un’occhiata anche a quella.

  3. Avatar di Teo :D
    VN:F [1.9.17_1161]
    +1

    Bello :D (anche se mi aspettavo di meglio)

  4. Avatar di Marcello Masiero
    VN:F [1.9.17_1161]
    +2

    Provato di sfuggita, come già indicato nella recensione e nei vari commenti abbiamo di fronte un normale FPS, uguale a mille altri presenti sul mercato e pure una brutta copia di Deus Ex.

    Certo ci sono alcune cose carine ma nulla che possa far gridare al miracolo, impresa ardua visto il genere videoludico.

    La cosa peggiore in assoluto, e pure prevista, è stato l’uso fetido dell’affetto che i giocatori nutrono per l’originale che NULLA ha a che fare con questo “bidone”.

    Confesso di aver trovato molto patetico e di bassa lega proporre poi un promo che accoppiava i due titoli come a indicare un passaggio di potere, purtroppo l’EA si è rivelata la solita bidonara che vuole vivere di rendita…..

    Mi auguro che le vendite siano tali da impedire ulteriori mosse commerciali di questo genere…….

  5. Avatar di Christian Barbera
    VN:F [1.9.17_1161]
    +2

    Alla fine la recensione l’hai fatta Gae xD

Scrivi un commento, la tua opinione conta!

Devi effettuare il login per scrivere un commento.



-_-