Strike Suit Zero: intervista al team Born Ready Games

PC

Il mondo Indie ci ha riservato numerose sorprese nell’ultimo periodo e Strike Suit Zero è stata sicuramente una di queste.

Dopo il classico periodo caotico dovuto all’uscita di un videogioco ecco l’intervista alla Born Ready Games, buona lettura!

Parlateci della vostra Software House, sul perché l’avete creata e cosa avete in programma per il futuro.

Born Ready Games venne creata con l’unico scopo di portare a termine Strike Suit Zero. Il gioco venne all’inizio sviluppato dalla Doublesix Games ma poi ci rendemmo conto che gli obiettivi a cui puntavamo andavano oltre ciò che il progetto iniziale ci avrebbe permesso, per questo fondammo la Born Ready Games con lo stesso team. Seppure non abbiamo nulla da dire in questo momento è certo anche che abbiamo un ambizioso futuro davanti a noi.

Il gioco ha un’aria decisamente “old school”, una cosa voluta per dare vita ad un gioco più divertente e meno complicato o per altri motivi?

Il nostro bacino d’utenza principale è sicuramente quello degli “hardcore” fans dello space combat, proprio per questo il gioco è stato sviluppato sulle fondamenta “old school style” da voi menzionato. Detto questo ci sono numerosi modi con cui abbiamo portato il genere verso i giocatori odierni. Prima di tutto la “Strike Suit” da sola cambia il “dog-fighting” grazie alla sua velocità, agilità e potenza, può cambiare la situazione in un istante se si sa usarla a dovere.

E’ stato poi investito molto tempo nel creare una rappresentazione dello spazio così colorata e vibrante da difficilmente averla vista altrove.

Impossibile non notare l’influenza di “Macross” nel gioco, quanto ha influito l’Anime o in realtà è stata una cosa non voluta?

Macross in realtà ha influenzato il gioco meno di quanto pensiate. Naturalmente abbiamo dei caccia trasformabili ma in generale il design meccanico in Macross è più vicino all’hardware militare rispetto a Strike Suit Zero, infatti il mecha design tende ad esser più umanoide mentre noi abbiamo puntato a qualcosa di più leggero e snello rispetto a Macross.

Ci saranno delle missioni ambientate in luoghi diversi rispetto allo Spazio?

Il gioco si svolge in 13 locations spaziali differenti, nonostante lo Spazio in realtà sia buio e anonimo abbiamo cercato di renderlo il più vario possibile, il tutto per regalare al giocatore un’esperienza di viaggio particolare.

Il gioco ha ricevuto il contributo di 3 persone assai famose per i loro precedenti lavori, è stato difficile avere il loro supporto? Sono state contente del prodotto finale? Volevate reclutare altre persone di spicco?

E’ stato un processo naturale inserire le nostre “celebrità” nel nostro progetto, è semplicemente accaduto e tutto è finito al suo posto decisamente bene. Ognundo di loro ha portato qualcosa di unico rinforzando la tematica dell’Oriente che incontra l’Occidente. La vitalità e l’atmosfera del gioco sono la prova lampante di tutto ciò.

Il gioco è basato su missioni, sono previsti dei DLC in futuro? Sono previste ulteriori astronavi?

E’ previsto un Mission Pack per Marzo con ulteriore materiale in esso, abbiamo in programma anche nuove armi ed astronavi, in realtà c’è molto da aspettarsi in futuro per Strike Suit Zero!

Come funzionerà la modalità Multiplayer? I giocatori potranno personalizzare la loro astronave?

In realtà non è ancora in programma la modalità Multiplayer, è una cosa che vorremmo implementare col tutto il cuore e non abbiamo certo abbandonato l’idea, ma purtroppo siamo un piccolo studio e quindi il tutto è ancora lontano da esser messo in lavorazione.

Il gioco è oramai terminato e distribuzione, c’è qualcosa che avreste voluto inserire ma non è stato possibile? Se sì, cosa?

C’è sempre qualcosa che vorreste aggiungere, purtroppo un gioco non è mai “terminato” nel puro senso del termine ma siamo decisamente contenti del risultato finale, il progetto “Kickstarter” che ci ha dato più tempo a disposizione ci ha poi permesso d’inserire il più possibile in Strike Suit Zero.

Il mondo Indie sta diventando sempre più forte, se Strike Suit Zero fa Jackpot quali saranno i progetti per il futuro?

La Born Ready Games ha molti progetti all’orizzonte ma nulla di cui possiamo parlare in questo momento.

E’ uscita la versione PC, sono previste versioni per console? E versioni IOS e Android?

I nostri piani relativi alle consolle saranno esposti tra non molto, e nonostante non ci sia nulla in programma a proposito di IOS e Android di certo non vogliamo chiudere le porte a questa possibilità. Siamo invece assai contenti di portare Strike Suit Zero su un progetto avveniristico come l’Oculus Rift.

Ringraziamo il team di Born Ready Games per l’intervista concessaci. Alla prossima!


Scrivi un commento, la tua opinione conta!

Devi effettuare il login per scrivere un commento.



-_-