Recensione » Soul Calibur V

Soul Calibur V Recensione » Xbox 360
8.0/10

Sono passati 4 anni da quando la Namco Bandai e i ragazzi di Project Souls hanno fatto incrociare sulle nostre console le 2 spade leggendarie rappresentanti il bene e il male, la Soul Calibur e la Soul Edge. Adesso, ai primi mesi del 2012, queste 2 spade torneranno a far parlare di se, sia in bene che in male, dopo un 4° capitolo alquanto discusso.

Storia

Cronologicamente, la storia viene ripresa 17 anni dopo gli eventi che abbiamo vissuto nel 4° capitolo, con le vicende incentrate su 2 nuovi personaggi.

Da una parte abbiamo il giovane Patroklos che combatte i Malfestati (umani corrotti dal potere oscuro della Soul Edge) e allo stesso tempo è alla ricerca della sorella Pyrrha, portata via in tenera età da Tira. I due protagonisti sono i figli di Sophitia e i loro destini sono pronti a incrociarsi come anche le 2 antiche lame che dominano la storyline.

Questa storia verrà narrata in 20 capitoli con delle cutscene mostrate attraverso immagini stile storyboard, integrate dai dialoghi dei personaggi in sottofondo oppure sfruttando elementi grafici dello stesso gameplay, rendendo così di notevole impatto il raffinato lavoro grafico elaborato per questo titolo.

Le Modalità di gioco

Soul Calibur V

Il primo approccio è sulla Modalità Storia che, se da un lato si mostra piuttosto interessante da un punto di vista narrativo, dall’altro invece la vediamo ridotta ai minimi termini per la scelta di voler basare l’intero copione sui 2 nuovi arrivati, trascurando, così, gli accadimenti degli altri personaggi.

Oltre a questo bisogna calcolare la scomparsa di vecchie glorie della saga, cancellati/rimpiazzati da altri nuovi arrivi senza, appunto, saperne la ragione. Discutibile l’aggiunta esclusiva di Ezio Auditore del Brand di Assasin’s Creed, presenza prevalentemente figurativa e di effetto, nonchè priva di alcun legame con la storyline degli altri personaggi. Purtroppo il motivo di queste sostituzioni non lo scopriremo mai, almeno non in questo capitolo. Una volta completata la Modalità Storia, infatti, chi spera di sapere di più sugli altri personaggi attraverso la Modalità Arcade rimarrà alquanto deluso: è basata semplicemente su una serie di 6 scontri che bisognerà concludere il più velocemente possibile.

Da citare una nuova modalità che si sbloccherà più avanti sarà “Anime Leggendarie”, dove saremo impegnati in scontri molti difficili che terranno parecchio impegnati anche i veterani della saga. Per chi volesse far pratica c’è la “Modalità Allenamento” o “Scontro Rapido” che serviranno per sbloccare dei “titoli” che potremo aggiungere a una Scheda Giocatore. Su quest’ultima c’è ben poco da dire. In pratica, a differenza degli altri capitoli, in cui per sbloccare degli extra servivano dei soldi accumulabili o finire alcune modalità con determinati personaggi e giocando le varie modalità di gioco, in questo titolo abbiamo, appunto, una sorta di “Scheda del Giocatore”, dove avremo una Immagine Giocatore e un Titolo seguito da una barra dell’esperienza che, una volta caricata, farà “Salire di livello” la nostra scheda ottenendo dei Bonus Sbloccabili. Questi ultimi sono giusto qualche Gadget per la Creazione del personaggio e qualche titolo. Per salire dovremo giocare le varie modalità di gioco sia Singolo che Multigiocatore e accumulare dell’esperienza definita qui come “Punti Giocatore” (In pratica un sistema di evoluzione a Livelli simile a quella vista in giochi come CoD: Modern Warfare 3 o Battlefield 3)

Una modalità rimasta invariata è quella della “Creazione dei personaggi” che, per fortuna, si conferma di ottima qualità, permettendoci una grande varietà di oggetti e personalizzazione del personaggio che poi potremo mostrare agli avversari/amici in Modalità Multiplayer..

Sulla Modalità Multiplayer possiamo dire che sono stati migliorati molti aspetti. Molto utile e ben concepito è il sistema di ricerca per regione, dove sceglieremo le aree geografiche prima per continente e poi, più nello specifico, per capitale. E’ importante dare un occhio alla percentuale di affluenza dei giocatori in ogni Lobby/Capitale, dov’è possibile comunicare attraverso messaggeria testuale o vocale.

Inoltre, abbiamo la possibilità di scegliere direttamente un avversario o affidarci al Fato lasciando scegliere al sistema un avversario random, attraverso una modalità Torneo o Scontro Casuale.

Il Combattimento

Soul Calibur V

I comandi di gioco sono rimasti fedeli ai precedenti capitoli. Abbiamo quindi abbiamo 3 tasti di attacco (un attacco orizzontale, un attacco verticale e el calcio) e un tasto per la difesa. Interessante novità è il sistema di Guard Impact revisionata e al posto della complicata Critical Finish, che risultava ostica da eseguire per i Neofiti, abbiamo un nuovo sistema di Tecniche Speciali.

Vicino alla barra della salute del personaggio vi sta un indicatore a tacche che si caricherà quando i nostri colpi andranno a segno oppure quando pareremo gli attacchi dell’avversario; questo indicatore ci darà la possibilità di eseguire una “Lama Audace”, che consiste in un’estensione delle combo che si attiverà premendo i 3 tasti di attacco contemporaneamente (impostata anche sul controller con un tasto dorsale che unisce i 3 tasti per rendere più semplice l’attivazione) subito dopo conclusa la serie di attacchi, che consumeranno una tacca. Altrimenti abbiamo la “Lama Critica”, che consumerà l’intera barra ma ci permetterà di eseguire un attacco speciale che se andrà a segno verrà enfatizzato attraverso una cutscene dinamica, già vista in Street Fighter 4.

Infine, è stata resa più adattabile la schivata laterale per rendere più agevole le deviazioni durante lo scontro, come ad esempio da un attacco verticale; in pratica abbiamo un sistema di combattimento molto dinamico, fluido e adatto anche a chi giocherà per la prima volta questo titolo.

Grafica e Sonoro

A livello grafico il titolo si mostra molto appagante, con una grande cura nei dettagli dei personaggi e degli stage, arricchiti da un sistema di colorazione molto luminoso completato da ottimi contrasti ed effetti di luci e ombre. In particolare le scie di attacco, dove i colpi inflitti e le parate vengono accentuate da scintille e lampi colorati che rendono lo scontro più adreanalinico.

Il comparto audio è ottimo, le musiche che sono state usate per i combattimenti e i vari menù di gioco sono sempre di grande fattura. Il doppiaggio (sia Inglese che Giapponese) è ben realizzato e riesce a trasmettere in maniera soddisfacente le sensazioni che si aspetta il giocatore.

Conclusioni

Soul Calibur V » VideoRecensione  
Soul Calibur V
VideoRecensione
4:18 min
In conclusione possiamo dire che Soul Calibur V è un titolo che, se valutato singolarmente, dunque senza tener conto dell’evoluzione della saga, è sicuramente un buon prodotto, ed è vivamente consigliato a chi si avvicina per la prima volta alla storica IP. I ragazzi di Project Soul, infatti, hanno cercato di rendere questo titolo adatto a tutti, sia neofiti che veterani della serie.

Mentre se seguite la saga da tempo… che dire… o lo ami o lo odi, dato che rispetto agli altri capitoli rimane l’enorme mancanza di una storia ben definita per ogni personaggio e l’assenza di collezionabili da sbloccare (quel poco che c’è saranno pochi personaggi e qualche accessorio extra per il Personaggio Personalizzabile). Tutto questo rende Soul Calibur V molto nudo rispetto ai predecessori. Per i Fan, in breve, abbiamo un Soul Calibur privato di tutti gli input che lo hanno sempre reso molto longevo, questo a causa del compromesso di volerlo rendere giocabile da tutti.

Questa recensione è basata su una copia promozionale per Xbox 360


3 Commenti

  1. Avatar di F_Chief
    VN:F [1.9.17_1161]
    +2

    Ottima review da intenditori. Complimenti a Drio e complimenti e Buddha per il nuovo recensore! |m|

  2. Avatar di pleuros
    VN:F [1.9.17_1161]
    0

    ezio auditore tra i personaggi per l’xbox 360 *_*

  3. Avatar di tregatti1000
    VN:F [1.9.17_1161]
    0

    veramente bravo drio per essere la tua prima recensione Professionale devo dire che sei stato bravissimo sei riuscito a rimanere imparziale e allo stesso tempo riuscire a fare trasparire il tuo amore per questa saga che ormai si può definire leggendaria.detto questo non vedo l’ora di leggere la tua prossima recensione. continua cosi :-bd

Scrivi un commento, la tua opinione conta!

Devi effettuare il login per scrivere un commento.



-_-