Recensione » Sleeping Dogs

Sleeping Dogs Recensione » PC
7.8/10

Si ha la conferma che un gioco ha “sfondato” quando ne escono più capitoli e al tempo stesso il mercato viene invaso da cloni più o meno riusciti.

In questo caso parliamo di un clone di GTA, gioco che seppure abbia un passato che potrebbe far sorridere i più giovani si è poi evoluto in capitoli di una certa caratura che fanno da preambolo al numero 5 che promette di essere notevole.

Ma seppure ci siano stati diversi cloni che passavano dal Far West alla Cuba di Castro curiosamente ne mancava uno incentrato su un’ambientazione che di certo non si fa mancare violenza e azione, stiamo parlando naturalmente dell’Asia e nello specifico di Hong Kong.

Riuscirà Sleeping Dogs a proporre qualcosa di nuovo o s’impantanerà come tanti suoi predecessori?

E’ uno sporco lavoro e qualcuno deve pur farlo

Sleeping Dogs

Ci si rende conto che le cose non saranno facili non appena avviamo il gioco, infatti il nostro protagonista Wei Shen si ritrova a fuggire dalla polizia e i primi 5 minuti li passeremo a saltare tra i vari ostacoli per raggiungere la libertà, cosa che però ci viene negata.

Una volta in prigione si scoprirà che Shen in realtà è sotto copertura e che sfruttando le pessime amicizie del passato deve far saltare gli affari e naturalmente mettere al gabbio il solito malvivente locale che vanta una certa mancanza di scrupoli, aggiungeteci una spruzzata di spirito vendicativo e avrete tra le mani un poliziotto che userà mezzi anche non leciti per raggiungere lo scopo.

Da buon clone di GTA ci ritroveremo quindi a girovagare in una metropoli asiatica molto affollata in cui dovremo svolgere fondamentalmente vari tipi di missioni, sia per la polizia che per la malavita, che oltre a fornire ricompense in denaro vi permetteranno di accumulare i punti esperienza necessari per guadagnare poi punti skill che serviranno a migliorare le vostre abilità.

La crescita del personaggio è un po’ particolare, infatti non sarà possibile spendere i punti indiscriminatamente ma bensì si dovranno compiere “missioni” con una fazione specifica per poterla sviluppare, inoltre ci sono quelle neutrali che oltre a regalare bonus fondamentali per la mini mappa, tipo vedere gli oggetti nascosti, ci permetteranno di acquistare successivamente sia mezzi di locomozione che vestiario particolare.

Le missioni in realtà sono abbastanza blande, recuperare macchine, stanare spacciatori di droga, e via dicendo; i problemi purtroppo sono molteplici visto che oltre a una certa ripetitività mancano di quel feeling che crea soddisfazione oltre che a sembrare in alcuni casi alquanto insulse, per esempio quando si tratta di stanare gli spacciatori la procedura è alquanto rozza, si devono picchiare degli sgherri, intrufolarsi nella video sorveglianza, recarsi a casa e da remoto “segnalare” lo spacciatore, questa procedura a lungo andare diventa seriamente pallosa.

La cosa tragica è che il concetto di “libertà d’azione” in realtà è assai fallace, certo si può girovagare per la città ma fintanto che non si eseguono le missioni principali non c’è altro da fare a parte rubare macchine su comissione e stanare spacciatori, magari andando avanti nel gioco le cose miglioreranno ma l’impressione è che non si sia investito molto dal punto di vista “missioni”.

Eppure la storia è interessante e la trama promette sviluppi esplosivi ma poi ci si scontra con delle incongruenze che lasciano alquanto perplessi, basti pensare a quando incontrate la bellona della situazione; trovate normale che una tizia vada in giro mezza nuda in una città sconosciuta, si faccia rimorchiare senza ALCUN problema da voi che siete più tatuato di uno Yakuza e con una faccia da malvivente? Comprendo che per questioni di trama la dobbiate incontrare ma magari in un modo più coerente.

Altra cosa che ho trovato tragica è la serie di minigiochi che sembrano inseriti solo per tediare l’utente per quanto siano inutili oltre che mal congegnati, le serrature a 4 cifre sono ridicole, il Karaoke fa gridare all’eresia per quanto sia ingestibile col pad, e l’uso dei pad analogici è spesso tedioso, anche in questo caso sembrano elementi inseriti solo per fare volume.

Naturalmente avremo a disposizione diversi mezzi per spostarci, dal ferrovecchio alla sportiva d’assalto, in alcuni casi la sensazione di velocità è appagante grazie anche un bell’uso della derapata in curva e della possibilità di saltare da una macchina all’altra mentre state correndo, peccato che però i mezzi sembrino alquanto indistruttibili e che comunque vadano comprati per poterli avere in modo permanente, l’idea di rubare e piazzare il mezzo in un nostro magazzino personale non è stata messa in pratica o almeno così pare.

Io, te e lo sganassone

Sleeping Dogs

Essendo un gioco con ambientazione simil film d’arti marziali è scontato che la vostra arma principale sarà il vostro corpo, ed è qui che le cose si fanno finalmente serie, infatti i combattimenti sono ben fatti, le mosse alquanto varie e si ha la sensazione di fare del male, inoltre sarà possibile acquisirne di nuove grazie ai soliti punti skill che guadagnerete trovando delle statuette di giada ASSAI brutte.

Ecco quindi calci volanti, gambe spezzate, schizzi di sangue sulle pareti e la possibilità d’usare alcuni elementi dello scenario per fare danni extra tipo schiacciare il malvivente con una saracinesca o schiantarlo dentro una cabina telefonica, tutti elementi classici dei film d’azione asiatici, peccato però che non sia possibile usare alcuni oggetti che ci circondano, ho trovato alquanto strano che non fosse possibile raccogliere per esempio i bidoni che mi circondavano per scagliarli contro i malviventi, cosa comprensibile se ci si trova nel deserto del Sahara ma se si è in una zona portuale ricolma d’armi d’offesa, perché non usarle?

Altra cosa che ho trovato fastidiosa è che i nemici non si spostano dalla propria zona, per esempio nel bar/karaoke se cambiate stanza quest’ultimi non vi seguiranno e rimarranno imbambolati davanti alla porta, idem dicasi in caso delle scale.

E a proposito di armi, scordatevi lo stile americano, le armi non sono così facilmente reperibili e inoltre ho avuto la sensazione che difficilmente avremo a disposizione le armi di GROSSO calibro presenti nei vari GTA, un peccato veniale che viene in parte addolcito dal fatto che si potranno ricreare situazioni cinematografiche grazie al mai abbastanza abusato “Bullet Time” effect.

Ho bisogno degli occhiali o di una patch

E’ bene premettere che la versione provata è quella pc, una cosa fondamentale da dire dato che la qualità delle textures cambia assai rispetto alla controparte su console, vi basti pensare che si deve scaricare un DLC specifico per avere delle textures in alta risoluzione, questo comporta però un peso dei files sull’ordine dei 4 giga, mica piccolezze per chi come noi italiani non ha certo una connessione internet come gli americani.

Ma nonostante l’alta risoluzione extra, non è che la qualità sia eccelsa, infatti nulla da dire sui modelli umani decisamente notevoli e su alcuni pezzi specifici come ad esempio le insegne o il manto stradale sotto la pioggia, ma purtroppo altre textures risultano vecchie nonostante la risoluzione elevata, infatti sembran quelle che si potevano vedere eoni fa, piatte e cubettose, un peccato sul serio.

Una cosa fondamentale nei vecchi GTA è la colonna sonora, e in Sleeping Dogs si è optato per una soluzione autoctona, infatti anche qui sarà possibile usare la radio con diversi canali che trasmettono per la maggior parte del tempo in lingua cinese, certo ci sono anche alcune canzoni in inglese ma nella mia ignoranza non ne ho riconosciuta neppure una, cosa che invece non è accaduta per il Karaoke che proponeva classici anni 80; sicuramente tutto ciò causato da problemi di diritti ma al tempo stesso mi ha fatto piacere che si sia cercato di legare la colonna sonora in cinese con l’ambientazione principale del gioco e in ogni caso il tutto rende la giusta atmosfera.

Dalla Cina con Furore

Sleeping Dogs » Videorecensione  
Sleeping Dogs
Videorecensione
7:39 min
Purtroppo quando si parla di cloni il confronto con il gioco “padre” c’è sempre e anche in questo caso è impossibile non confrontare Sleeping Dogs con GTA, visto poi che il nuovo capitolo è in uscita.

Abbiamo tra le mani un titolo che seppure offra spunti interessanti non abbia voluto rischiare fino in fondo per combattere l’egemonia di GTA, l’ambientazione è decisamente ben curata, la parte del combattimento è degna di un film di Bruce Lee e la trama principale è accompagnata da missioni interessanti, il problema è il contorno che non sembra essere sfruttato appieno, certo l’originalità è difficile in un gioco del genere ma alcune missioni sono decisamente pallose e i mini giochi decisamente inguardabili.

In ogni caso rimane un gioco che vale la pena provare, sicuramente uno dei migliori cloni di GTA sul mercato e un degno aperitivo in attesa del nuovo capitolo, esiste poi anche la speranza che escano in futuro DLC che possano migliorare l’esperienza videoludica, l’unico appunto è che su console potevano migliorare la qualità delle textures.

Questa recensione è basata su una copia promozionale per PC


6 Commenti

  1. Bel Gioco da quel che o visto a mio Parere Voto 8 .. Lo prenderò sicuramente B-)

  2. Avatar di Mateusz Bernat
    VN:F [1.9.17_1161]
    +2

    Parlando dei PRO. Ogni volta che ci troviamo ad un gioco free roaming del genere poliziesco o comunque ambientato nei giorni odierini dove il nostro miglior amico e il pugno e il ferro. Si parla del clone di GTA, a parte che il caro GTA è morto con Vice city o per chi preferisce con San andreas. Perche il 4 ha fatto veramente pena. Non e che ogni free roaming ora deve essere un clone di GTA…. lo trovo alquanto banale come paragone, e come paragonare Fallout3 a un FPS e vi assicuro che alcune recensioni dicono che è Fallout 3 è un FPS mediocre… No,no e ancora no! Dite degno free roaming invece di voler per forza clonare…

    • Avatar di Marcello Masiero
      VN:F [1.9.17_1161]
      -2

      @kardrig

      Non solo io considero Sleeping Dogs un clone di GTA, di giochi in stile free roaming ce ne sono di vario tipo ma in questo caso SD prende a piene mani diversi fattori e contenuti di GTA che, nolenti o volenti, ha comunque definito il genere.

      Riguardo a Fallout 3, con me si sfonda una porta aperta dato che per quanto mi riguarda è un titolo che non c’entra un tubo coi precedenti capitoli, FPS o meno.

  3. Avatar di pumaman
    VN:F [1.9.17_1161]
    0

    gran bel gioco,lo merita tutto questo voto.per me può essere definito l’anti gta per eccellenza.

Scrivi un commento, la tua opinione conta!

Devi effettuare il login per scrivere un commento.



-_-