PS3 motion controller: video e opinioni post-E3

PS3

PS3 motion controller

Come risposta al Project Natal di Microsoft, il keynote di Sony all’E3 di Los Angeles ha visto come protagonista il nuovo PS3 motion controller (o PS3-mote). Si tratta di un progetto già in cantiere da anni e già atteso alla conferenza di quest’anno. A differenza di Microsoft, Sony non ha eliminato del tutto il controller, punta piuttosto su un concept di base simile al Wii-mote ma con una tecnologia differente incentrata su un dispositivo ergonomico a forma di “torcia” con una sfera luminosa posta nella parte superiore.

I due video che vi allego a fondo pagina documentano la dimostrazione con le relative applicazioni del Sony Motion Control Sensor. Notiamo che è prevista la possibilità di utilizzare contemporaneamente due di questi dispositivi, a seconda del gioco o applicazione che stiamo utilizzando. La precisione, affidata ad un riconoscimento dei movimenti del PS Eye, sembra abbastanza dettagliata (fino a scala 1:1) anche nello spazio 3D, nel quale verrà seguito ogni piccolo movimento, anche rotatorio.

L’uscita del PS3 motion controller è prevista nel corso del 2010.

E3 2009 demo video – PS3 motion controller

Scarica Flash Player per vedere questo video.

Ovviamente, gli interventi di analisti e sviluppatori non sono mancati, con interessanti dichiarazioni rilasciate nelle ultime ore. Iniziamo con il giudizio di John Riccitiello, CEO di EA, che vede applicazioni relative ai controller Microsoft e Sony appena presentati, ancora troppo premature. Dei due, il controller Sony sembrerebbe quello più accessibile, almeno in tempi brevi. Ad ogni modo, sembra che la prestigiosa Electronic Arts abbia seguito con estremo interesse le novità dei concorrenti Nintendo.

Segue il commento di John Koller che conferma l’interesse verso tali dispositivi, ma fa notare come l’assenza di controller nel progetto Microsoft potrebbe escludergli l’utilizzo in svariate applicazioni che non potrebbero mai fare a meno di un controller manuale. Conclude affermando che Project Natal sembra ancora deficitario sull’asse Z, dove invece il controller Sony pare molto più preciso.

Infine Peter Moore che chiosa l’affermazione di John Koller ma aggiunge che l’assenza di controller può tuttavia essere un vantaggio nei picchiaduro, dove il muoversi a mani libere verrà di certo apprezzato dagli utenti.

Concludo con l’intervento di Miyamoto, il quale afferma che è ancora difficile, se non impossibile, valutare questi progetti, dato che si trovano ancora in una fase embrionale di sviluppo. Il fatto che i diretti concorrenti stiano seguendo la stessa linea che Nintendo ha già scelto da più di due anni, afferma ai microfoni di BBC, di certo non può che confermare la grande importanza ed innovazione che ha avuto il Wii-mote nel mondo dei videogiochi. Poi conclude simpaticamente facendo notare come Nintendo abbia seguito una strategia differente: presentare il Wii-mote solo quando era completo e testato a sufficienza…

GIU 2009 05


Scrivi un commento, la tua opinione conta!

Devi effettuare il login per scrivere un commento.




 

-_-