Recensione » Call of Duty: Modern Warfare 3

Call of Duty: Modern Warfare 3 Recensione » PC
8.5/10

Che il genere FPS si sia fuso con altri generi uscendo dal classico stereotipo “spara e ammazza” è cosa assai risaputa ma agli inizi non era così. Ci sono dei titoli che hanno segnato una svolta nel genere, Half Life, Wolfstein 3D rientrano pienamente in questa categoria ma mancava qualcosa di militare che non fosse gigione ma più d’impatto.

E arrivarono Medal of Onor e Call of Duty.

Pur seguendo lo stesso periodo storico entrambe le saghe furono in grado di spiazzare il giocatore medio abituato agli FPS copia e incolla, nessuno non può negare che dopo Titoli per certi versi freddi e relativamente coinvolgenti il trovarsi di fronte alla rappresentazione dello sbarco in Normandia in tutta la sua violenza fu per certi versi drammatico (Medal of Honor Allied Assault), pochi anni prima era uscito il capolavoro cinematografico “Salvate il Soldato Ryan” e non so quanti di voi abbiano notato che certe scene erano presenti nel gioco, o come dimenticare invece in Call od Duty l’invasione di Berlino impersonando un soldato sovietico

La parola d’ordine era realismo e varietà, per la prima volta non c’era un personaggio principale con una trama definita ma bensì tanti piccoli capitoli con relative storie che spaziavano in varie fasi della seconda guerra mondiale permettendoci soprattutto di prendere le parti delle varie fazioni militari; nonostante gli eventi fossero classici dei libri di storia la sensazione di farne parte era decisamente forte anche se alla fine ci fu un’invasione di titoli e il tutto divenne stancante.

Quindi non si poteva vivere solo col passato quindi ecco il grande salto, basta con nazi e americani, era tempo di buttarsi nel calderone guerrafondaio che ci circonda, con una nuova tipologia d’armamento e soprattutto con riferimenti non tanto velati a quello che sta accadendo nel mondo.

E arrivò Call of Duty 4: Modern Warfare che oggi è giunto al terzo capitolo.

Continuity

Modern Warfare 3

Seppure la filosofia di Call of Duty è sempre stata quella di non avere una trama ben precisa, in questa trilogia c’è una storia di fondo che si dipana fino ad arrivare al capitolo odierno che inizia esattamente dove il precedente ci aveva lasciato, con l’invasione degli Stati Uniti da parte dei russi e i protagonisti precedenti portati alla vendetta e al riscatto.

Rispetto al passato la prima cosa che si nota è che manca la prima missione d’impatto che funge da prologo, quella del primo Modern Warfare è a detta di molti, me medesimo, superiore a diverse di quelli presente nel primo capitolo, quindi ho trovato disarmante e di cattivo auspicio questa mancanza; fortunatamente ero in errore e infatti dopo un inizio sottotono le cose sono decisamente cambiate.

Immaginate un film di Bay ove la quantità di esplosioni assurde è il cuore di tutto, ecco allora potete avere un’idea di cosa vi aspetta, o quasi…

La varietà di situazioni è decisamente disarmante, l’attentato dentro l’aereo con gli effetti d’assenza di gravità, Parigi che viene defraudata del suo simbolo, l’attacco di massa su New York, sono tutte cose di un certo impatto e non vi lasciano molto tempo per pensare o guardarvi attorno, pur essendoci dei momenti in cui si dovrà tenere un basso profilo alla fine vi ritroverete a sparare con tutto ciò che vi capita tra le mani cercando di non farvi bucherellare e anzi facendo esplodere auto a non finire.

Anche in questo capitolo potrete usufruire dei classici armamenti non di fanteria quindi sventagliate di proiettili dall’alto sui poveri nemici grandi come formichine, semplice ma appagante anche se il fatto di non avere un limite ai proiettili è un peccato ma sono scelte che oramai fanno parte di questo genere di giochi ma non solo come la classica barra d’energia che si riempie automaticamente.

La campagna Single Player si può quindi definire cinematografica anche se purtroppo l’impatto grafico merita commento a parte, comunque si parla di circa 6/8 ore di gioco che non sono male vista la media dei giochi e visto soprattutto che questa serie punta al comparto MultiPlayer.

Da soli o in compagnia

Modern Warfare 3

Difficile sostituire il giocatore virtuale con uno umano, quindi se la struttura Multiplayer è buona, allora solo la quantità di gente che vi parteciperà sarà indice del gradimento e della soddisfazione delle aspettative e vista la mole di giocatori che si possono trovare online direi che Activision ha colto nel segno.

Avremo quindi i classici “Capture the flag“, “Death Match” e “Conquest” ma per chi volesse qualcosa di diverso ecco le missioni Co-Op prese dalla campagna principale ma che ci permetteranno di essere anche dall’altra parte della barricata, la modalità survival che metterà a dura prova la nostra resistenza anche se sarà possibile “comprare” volta per volta durante la sessione accessori e armamenti atti a facilitarci la vita e infine come modalità decisamente interessanti la “Kill Confirmed” e la “Team Defender“, soprattutto nel caso della prima il punteggio verrà segnato se recupererete la classica piastrina militare dai nemici uccisi e nel caso in cui invece riusciste a recuperare quella dei vostri compagni allora andrete ad intaccare negativamente il punteggio degli avversari.

Altra cosa interessante è il sistema di “Pacchetti skills“, mentre in precedenza le skills che si guadagnavano erano alquanto uniformate in questo caso si potranno scegliere in modo più specifico per adattarle al proprio stile di gioco e a crearne di nuovi, il tutto legato al concetto di “Level Up” che premierà il giocatore bravo con armi e skills particolari, i tempi dei giocatori tutti uguali sono finiti anche se poi in realtà questo può creare problema di Cheating come purtroppo è già stato messo in evidenza in un nostro articolo precedente.

Critica cinematografica

Stile cinematografico, massacro virtuale degno di tal nome, quindi abbiamo un prodotto lindo? Purtroppo no…

Come nei classici cinematografici c’è il rischio di cadere negli errori più blasonati…

In questo caso partiamo col discorso della grafica, non me ne vogliano ma la versione pc graficamente è piatta, nonostante gli anni passati non siano tanti ci si poteva un minimo di sforzo invece di adagiarsi sugli allori, certo ci sono momenti epici in cui non si fa molto caso alla qualità delle textures ma proprio per questo si rimane un po’ con l’amaro in bocca….è come vedere Die Hard in bianco e nero.

I modelli sono gli stessi dei capitoli precedenti, le texture sono a bassa risoluzione e pure qui mi sfugge perchè si ostinino a inserire l’opzione “ultra” nei menu della grafica quando di ultra c’è solo la parolaccia che si pronuncia a voce alta, non pretendo un motore grafico nuovo, e pesantissimo, come quello di Battlefield 3 ma sicuramente qualche impegno ulteriore avrebbe aiutato anche se probabilmente vista la frenesia dello stile di gioco la grafica è l’ultima cosa che uno andrebbe a guardare ma vi posso garantire che alcune missioni in Single Player avrebbero dato ancora di più.

Idem dicasi per il comparto audio, musica ed effetti sonori copiati pari pari dai capitoli precedenti, chiaro che se le armi sono quelle non si può cambiarne il tipico suono ma un minimo di miglioramento nella campionatura l’avrei gradito, e sinceramente avrei pagato o trovato qualche doppiatore nuovo dato che i soldati nemici pare siano i cloni dei cloni…

Videorecensione

Scarica Flash Player per vedere questo video.

Lo compriamo questo biglietto?

Io direi proprio di sì soprattutto se puntate al discorso Multiplayer, la campagna SinglePlayer ha un suo perchè però non vale da sola il costo del gioco, sarebbe come comprarsi l’espansione ad un costo decisamente maggiorato.

Confrontarlo con Battlefield 3 potrebbe essere la prima cosa a cui pensare ma il target dell’utenza finale è decisamente diverso, potrebbero esserci capitoli ulteriori magari con altra ambientazione, speriamo solo investano un po’ di più sul comparto estetico e non solo su quello ludico anche se alla fine è quello che conta, un film può essere esteticamente notevole ma se poi ti fa venire il coccolone in sala allora hai buttato i soldi del biglietto.

Questa recensione è basata su una copia promozionale per PC


17 Commenti

  1. VA:F [1.9.17_1161]
    +1

    Sarebbe interessante a questo punto fare una comparativa tra i 2 titoli FPS in questione (BF3 e MW3) anche perché potrebbe essere utile, a chi ancora in dubio, capire quale comprare. Il target dei players sarà anche diverso ma sempre di FPS parliamo…

  2. VA:F [1.9.17_1161]
    +3

    se qualcuno vuole un gioco dove c’è: realismo, guida di mezzi normali, guida di mezzi corazzati, mappe grandi per quanto riguarda il multi-player e grafica molto elevata, la scelta è Battlefield 3 senza pensarci due volte.
    se qualcuno vuole un gioco dove c’è: molto divertimento, dove il realismo non sia necessario, i mezzi non devono essere presenti perché ci piace giocare normalmente, il gioco deve andare liscio e che i camper non ci sono, allora la scelta è Call of Duty Modern Warfare 3.
    io i due titoli li ho giocati e devo dire che MW3 è fatto bene con dei colpi de scena che sono spettacolari (come scritto da Marcello sopra), un single-player coinvolgente e tanto divertimento. Battlefield 3 invece si presenta in tutta un’altra veste. Il realismo non manca, questo ce lo dovevamo aspettare, ed è anche aumentato. il divertimento di usare i corazzati dei americani è molto bello, anche qui ci sono dei colpi di scena abbastanza carini, le armi sono fatte bene e la cosa che tutti volevamo è la grafica che è aumentata in modo vertiginoso da Bad Company 2. ce lo potevamo aspettare perché sapendo che si usava il Frostbite 2 le prestazioni sono elevate. P.S.= Scusate se ho scritto cosi tanto :) P.P.S.= ottima recensione

    • VA:F [1.9.17_1161]
      +2

      @95klajdi95 Il gioco deve andare liscio???? Mi sfugge questo concetto cosa intendI???
      Certo dire che in MW i camper non ci sono …mi viene da sorridere… Hai mai giocato Call of Duty in MP? …
      I camper ci sono e ci saranno sempre in ogni FPS…Ovviamente a parte lo sniper (che di natura deve camperare più degli altri) ….

      • VA:F [1.9.17_1161]
        0

        @Sadorak intendevo fluido, senza scatti. per chi possiede un PC questo ci deve essere se vuoi giocare bene. i camper ovviamente ci sono ma come scritto sopra i camper stanno cominciando ad essere di meno perché vengono bannate le persone che imbrogliano (cheating). come dici te lo sniper deve fare i camper (e concordo) ma se lo fai in CoD 4 Mp vedi come ti mandano a quel paese o ti bannano subito, se provi a spiegare che il cecchino fa il camper non ne vogliono sapere.

        • VA:F [1.9.17_1161]
          +2

          @95klajdi95 Non esiste un nesso tra Camper e Cheater; il camper é un player che staziona in modo esagerato in un posto ben preciso mentre il Cheater é un player disonesto che usa trucchetti per avere vita infinita, vedere attraverso i muri..etc etc….In definitiva camperare non vuol dire assolutamente usare “cheat”. Se bannano un cecchino mi dispiace ma confermano solo la mia idea …che é un gioco per soli BMK …. corri , salta e spari ; corri , salta e spari… e questo non é reale ….

        • VA:F [1.9.17_1161]
          0

          @95klajdi95 Che senso ha a questo punto avere la classe Sniper se non la posso utilizzare? Utilizziamo tutti l’assaltatore? Bel divertimento… ma per favore….

          • VA:F [1.9.17_1161]
            0

            @Sadorak io lo sniper lo uso poco solo per questo motivo e mi dispiace. per quello che hai scritto sopra: hai ragione e concordo, quindi mi sono sbagliato e grazie per avermi corretto :D

  3. VA:F [1.9.17_1161]
    0

    io adoro questo sito!!! ;) l’unico che non parla benissimo di cod e che ti dice la realtà!!! e lo ha dimostrato nel vecchio articolo mw3 vs bf3!!! ottima recensione anche se sul multiplayer non concordo molto perchè si è dimostrato un mw2 solo con mappe diverse

  4. VA:F [1.9.17_1161]
    +1

    Sinceramente non ho ancora letto chi parla bene di MW3… hehehehe…

  5. VA:F [1.9.17_1161]
    0

    Ragazzi dovete controllare bene i pro e i contro!

    “Se avete giocato i precedenti non noterete alcuna differenza” è sia nei pro che nei contro! xD

    Ho giocato sia al primo che al secondo MW e con questo di conclude una fantastica trilogia!
    Davvero una storia ottimamente riuscita! Mi ha appassionato dall’inizio alla fine anche se l’ho finito in circa 5 ore…

    commento modificato dai moderatori

    • Avatar di 800A
      VN:F [1.9.17_1161]
      +2

      @Sebastiano Si è fatto di proposito. Dire che “Se avete giocato i precedenti non noterete alcuna differenza” può essere sia un pro che un contro, dipende dal tipo di giocatore.

  6. VA:F [1.9.17_1161]
    0

    “La versione per pc è piatta”
    Controlla le impostazioni

  7. VA:F [1.9.17_1161]
    0

    io ho giocato tutti e tre i modern warfare e devo dire che secondo me la differenza dal 2 al 3 (per quanto riguarda il multiplayer) c’è. Non solo per quanto riguarda le modalità o le abilità ma anche per quanto riguarda il gameplay. Magari è solo un’impressione ma a me sembra cosi.

  8. Avatar di Drew
    VN:F [1.9.17_1161]
    0

    Non capisco chi continui a dire che è uguale a MW2, secondo me è per grandi linee differente, tante piccole accuratezze sono state modificate, in meglio o peggio è soggettivo, ma si vede che un lavoro è stato fatto!

  9. Avatar di Attilio-Marotta
    VN:F [1.9.17_1161]
    0

    Scusate ma perchè “Se avete giocato i precedenti non noterete alcuna differenza” è sia tra i pro che tra i contro?

    • Avatar di Xyca
      VN:F [1.9.17_1161]
      +1

      @Attilio-Marotta Perchè è molto simile al precedente, quindi se quello prima ti è piaciuto, il fatto che non cambi nulla per te sarà un pro. Invece se il precedente ti ha fatto schifo il fatto che questo sia uguale è un contro.

  10. Avatar di Attilio-Marotta
    VN:F [1.9.17_1161]
    +1

    @Xyca ah.. grazie mille ;)

Scrivi un commento, la tua opinione conta!

Devi effettuare il login per scrivere un commento.



-_-