Mafia II vs Mafia (parte seconda)

PC PS3 Xbox 360

Mafia 2 vs Mafia

Eccoci alla seconda parte del “servizio” dedicato interamente a Mafia II.
A differenza di come detto nel primo articolo da me scritto e postato in questa sede, in questa seconda parte mi limiterò a descrivere cosa traspare da una preview reperibile presso il sito CVG, relegando i dubbi e le perplessità alla terza ed ultima parte, che pubblicherò a giorni.

Inanzitutto, come dichiarato da Daniel Vavra, lead designer della 2K Czech, Mafia II non sarà il seguito della storia conosciuta, anzi “vissuta”, nello splendido capitolo precedente (Mafia I). Il nostro personaggio si chiama Vito (eheh), un uomo che sceglie di arruolarsi nell’esercito pur di non farsi qualche periodo di prigione a causa di un piccolo crimine commesso in precedenza. Non appena rientra in città, ove dovrà stare un mesetto per cure ospedaliere, incontra Joe, un suo amico di infanzia che grazie a “contatti” riesce a rintracciare l’amico Vito. Joe rappresenta in pratica la controparte criminale e selvaggia di Vito.

Il resto della trama lo scoprirete da voi, a suo tempo, in quanto da questo momento in poi ci soffermeremo particolarmente su quel Gameplay che questa preview ha permesso di intravedere.

Ambientazione

Sembra che “la mappa del mondo” sia grande circa il doppio di quella di Mafia I, e sarà una vaga riproduzione di Manhattan.

Saranno curati anche piccoli dettagli, ad esempio col calare delle tenebre si potrà osservare come in maniera del tutto random, si illumineranno queste o quelle finestre, all’interno delle abitazioni: in sostanza l’obiettivo è quello di dare una “situazione di contorno” di altissimo livello, a quello che vuole essere un gioco di altissimo livello. I pedoni, ad esempio, avranno una loro routine quotidiana che saremo liberi di osservare, quale ad esempio uscire di casa ad un dato orario, prendere l’autobus, etc etc.

Un pò questo mi fa pensare ad Oblivion, che già aveva anticipato tale aspetto, ma sembra che nel caso di Mafia II la cosa verrà ulteriormente estremizzata. Se due automobilisti si tamponano, altra cosa che avviene random, i due si fermeranno ed inizieranno a scambiarsi i dati delle rispettive assicurazioni, mentre la Polizia darà la caccia ai criminali che coglierà nell’atto di commettere dei crimini (rapine, investimenti di pedoni, etc).
A differenza di Mafia I, i limiti di velocità da rispettare in città saranno soggetti ad un minimo di tolleranza da parte degli agenti di Polizia, il che significa che se superate tali limiti di una decina di km/h (al max), dovrebbero chiudere un occhio (forse, dato che anche questa cosa è gestita in maniera casuale).

Inutile dire che particolare attenzione è stata destinata alla veste grafica, e con questo intendo dire che lo scopo principale rimane quello di riprodurre fedelmente gli ambienti degli anni ’40, sia ad esempio nei vestiti, che nelle automobili.

Gunplay

Per quanto riguarda il Gunplay, ovvero quella parte del gioco in cui vola piombo, anche qui come in Mafia I avremo una visuale in terza persona, ma a differenza del precedente vi sarà la possibilità di coprirsi dietro gli oggetti con la semplice pressione di un tasto (…no vabbè mi trattengo, le critiche e le paure saranno nel prossimo ed ultimo articolo).
Gli oggetti intorno a noi, anche se a quanto pare non saranno tutti, saranno soggetti a motore fisico, e saremo dunque liberi di divertirci nel vedere casse che rotolano in seguito a urti.

Quando finiscono i colpi nel caricatore, possiamo sempre utilizzare i pugni, ed oggetti vari come ad esempio bottiglie trovate per strada potranno essere utilizzate prima come corpo contundente, poi, nel caso della bottiglia che si rompe in seguito al primo colpo, come arma da taglio.
Riguardo le missioni, la struttura sarà simile al precedente capitolo: siete liberi di girare per la città, superare i limiti di velocità (multa), sparare a qualcuno (arresto immediato, se vi beccano), e soprattutto non ci sarà nessun “all-seeing eye”, ovvero i vostri crimini verranno denunciati nel momento in cui un testimone oculare avrà il tempo di raggiungere un telefono e chiamare la polizia.Sempre che voi gli diate il tempo di farlo, chiaro.

Una volta allertata la polizia, questa inizierà ad effettuare indagini per trovare un individuo corrispondente alle descrizioni effettuate dai testimoni oculari, riguardanti il soggetto (abbigliamento, che potrete cambiare) ed il veicolo (che voi avrete prontamente lasciato sulla scena del crimine, si spera).
Ovviamente una forte attività criminale allerterà la polizia, per cui la densità di pattuglie per le strade delle città potrebbe iniziare ad essere un problema.
Sta dunque a voi agire in modo pulito, oppure, se preferite, potete sempre sganciare un po di soldi all’ufficio del sindaco.
A seconda del vostro comportamento, ci sarà anche una specie di indicatore del “Rispetto” di cui godete.Uccidere innocenti ovviamente non incrementerà tale parametro, anzi sembra proprio che lo diminuirà.

Automobili

Se nel primo capitolo avevate Ralphie come “meccanico” di fiducia anche qui vi sarà un onesto individuo ad insegnarvi trucchetti vari su come scassinare un auto, e su quali modelli prediligere.
A differenza del primo Mafia, potrete prendere quale auto volete, o attraverso un minigame di lockpicking (stile Oblivion), o più brutalmente sfasciando il finestrino.

Riguardo il sistema di guida, non si sa ancora molto, e personalmente la mia speranza è che non aumentino la “guidabilità” di vecchie automobili, facendole sembrare dei prodotti dell’industria automobilistica attuale. Negli anni ’40, quasi tutte le automobili erano macinini, che diamine, e spero che questo aspetto venga rispettato come in Mafia I.
Per finire, è stato migliorato il motore fisico che gestisce gli scontri tra automobili, nonchè il flusso di traffico, dunque sembra proprio che ne vedremo delle belle.

Nel prossimo capitolo di questo articolo, esporrò i miei timori, le mie perplessità, nonchè le mie aspettative per questo gioco.
Hail.

Mafia II vs Mafia:

MAG 2008 15

Immagini Mafia II


Scrivi un commento, la tua opinione conta!

Devi effettuare il login per scrivere un commento.



 

-_-