MadWorld porta la violenza su Nintendo Wii?

Wii

Mad World

Da sempre la Nintendo Wii è stata criticata per i titoli troppo “soft” o “casual” che riempiono gli scaffali dei negozi, cosa che comunque non ha mai inciso sulle vendite della suddetta console. Adesso però sembra che questo mito andrà sfatato e soprattutto moralisti e censori avranno parecchio da lavorare. Mad world è un titolo sviluppato da Platinum Games in esclusiva Wii e presentato allo scorso E3 2008 con il trailer che potete vedere in basso.

Già dal giorno della presentazione hanno cominciato a prendere piede allarmismi di ogni tipo, proprio per il fatto che Mad World è un gioco che presenta violenza allo stato puro. A marcare il tutto è il bianco e nero, con l’aggiunta di un solo colore, il rosso. Sembra chiara l’ispirazione a Sin City… E allora? Perché preoccuparsi?

Questo è quello che si chiederebbe ognuno di noi, abituati a discernere la scena videoludica da quella reale. Purtroppo non tutti ne sono capaci, ma non si può gridare allo scandalo per colpa di quei pochi “malati” che si lasciano prendere da istinti emulativi e …direi deviati. Quelle sono persone con seri problemi, ed è troppo facile prendersela con un videogioco… Purtroppo non tutti la pensano così, in un mondo dove non si conosce bene il significato della parola “moralità“.

Ieri Daily Mail ha riportato un articolo che presenta dichiarazioni a dir poco esilaranti (ma anche agghiaccianti) rilasciate da John Beyer, direttore del gruppo Mediawatch-uk:

Questo gioco risulta violento e insipido. Spero che la British Board of Film Classification (BBFC) si renderà conto di questo e deciderà di non garantire una classificazione. Senza di questa il gioco non potrà essere commercializzato in Europa. Quello che farà il resto del mondo a noi non interessa. [...]
Abbiamo bisogno di assicurare che i valori moderni e civili abbiano la precedenza su uccisioni e mutilazioni di persone. Questo gioco, in quanto esclusiva Wii, porterà un grosso danno di immagine alla console Nintendo.

Affermazioni simili non preoccupano nessuno, ma lasciano seriamente pensare che la lotta contro l’insensata censura dei videogiochi non finirà mai, almeno fino a quando persone ignoranti in materia continueranno ad essere prese sul serio. La risposta di Nintendo è stata comunque ovvia e come sempre brillante:

La Nintendo Wii è una console che abbraccia una larga utenza, sia per interessi che per età, localizzabile dai 5 anni in su. Mad World presenta contenuti violenti, è vero. Ma noi prevediamo semplicemente di indirizzarlo nei canali legati al rating che gli verrà attribuito. Vi ricordo inoltre che il gioco non è distribuito da Nintendo, bensì da Sega…

Video non più disponile

AGO 2008 13


Scrivi un commento, la tua opinione conta!

Devi effettuare il login per scrivere un commento.



 

-_-