Life is Strange: “rendere protagonista una donna ha molta importanza”

PC PS3 PS4 Xbox 360 Xbox One

Per il director di Life is Strange Jean-Maxime Moris è molto importante rendere protagonista di un gioco un donna, perché ciò può garantire una giusta parità dei generi in un contesto molte volte considerato esclusivamente maschile. Moris si dichiara felice se qualcuno dopo aver giocato il loro titolo possa cambiare idea riguardo le protagoniste femminile nei videogames.

Il director confessa come molti publisher si sono dimostrati contrari nell’avere una donna come protagonista, considerando più “idoneo” attribuire un ruolo così importante ai soli uomini.

In un clima simile, sarei molto felice se il gioco riuscisse a cambiare la mente di alcune persone. Specialmente nel mondo del publishing dove molti di essi dimostrano la loro riluttanza nel pubblicare un gioco avente come protagonista una donna, e questo non è un bene.

Ma noi siamo dei creativi, e non dei militanti politici. Io penso che i problemi legati ai personaggi femminili (come protagonisti) è un piccolo problema in un contesto ancora più grande che riguarda la parità di genere. Ovviamente nella nostra community possiamo ottenere piccoli cambiamenti, ma quelli più importanti dovranno arrivare dell’alto (i potenti).

Jean-Maxime Moris ammette come Square Enix sia stato uno dei pochi publisher che non hanno “mosso” alcun problema circa la loro scelta del protagonista principale.

Square fondamentalmente è stato l’unico publisher che non ha voluto cambiare nulla del nostro gioco. Con altri ci sono nate non poche discussioni al riguardo, mentre con Square non si è discusso nemmeno una volta

Brava Square Enix che ha dimostrato grande maturità in questa occasione.

GEN 2015 13


1 Commento

  1. Avatar di white alchemist
    VN:F [1.9.17_1161]
    0

    ma, uscirà per tutte le piattaforme?

Scrivi un commento, la tua opinione conta!

Devi effettuare il login per scrivere un commento.




 

-_-