GTA 5: i 3 “perché” di Los Santos

PC PS3 Xbox 360

GTA 5

Le speculazioni su Grand Thef Auto V non accennano a fermarsi e una delle cose che incuriosisce maggiormente i giocatori di tutto il mondo è l’ambientazione scelta per il nuovo capitolo di quella che è una delle serie più amate di sempre.
Los Santos, infatti, non è un territorio nuovo e inspelorato per chi conosce GTA sin dagli albori, d’altra parte, quello che in tutto questo tempo è diventato sempre più chiaro è il legame tra Rockstar e la città di Los Angeles, protagonista anche di alcuni dei titoli di maggiore successo del momento. L.A. Noire, Midnight Club e i passati GTA influenzeranno l’atteso quinto capitolo della serie fiore all’occhiello di Rockstar? Per scoprirlo, continuate a leggere questo nostro speciale sul passato della software house e del suo legame con la città degli Angeli perché gli spunti e i consigli non mancheranno.

Los Santos sarà anche una città esistente solo all’interno dei confini immaginari segnati dalla fantasia di Rockstar, ma la metropoli virtuale costruita dagli sviluppatori di Grand Theft Auto resta in tutto e per tutto un vero alter ego della reale Los Angeles.

Nonostante le solide radici newyorkesi che hanno ispirato le ambientazioni della maggior parte dei più famosi titoli di Rockstar (The Warriors, Max Payne e l’indimenticabile Liberty City di GTA IV), negli ultimi tempi anche l’interesse per la città degli angeli è diventato sempre più evidenti (L.A. Noire, dice niente a nessuno?).

Ora che il quinto capitolo dell’intramontabile serie di Grand Theft Auto diviene, col passare dei giorni, sempre più concreto, possiamo essere certi che il gioco segnerà un’ulteriore tappa nel processo di avvicinamento di Rockstar a Los Angeles ponendosi idealmente come il prosecutore di quella tradizione di giochi di successo iniziata, in principio, con GTA: San Andreas per proseguire, in anni più recenti, con Midnight club e L.A. Noire.

Ritornando alla Los Santos di “San Andreas” ora, agli ultimi sgoccioli del 2011, non si può che restare sorpresi dalla quantità di palesi passi in avanti compiuti nel corso degli ultimi dieci anni. Il primo tentativo di riproporre Los Angeles in chiave digitale rimane straordinario anche a distanza di tempo, eppure tutti quei vuoti che prima eravamo soliti colmare con la nostra fantasia, ora sono diventate lacune a cui la tecnologia sa rispondere permettendo alla software house di creare una versione ancora più pulsante e coinvolgente di quella che avevamo imparato a conoscere.

Questo processo l’abbiamo, infatti, già visto: se GTA Sant Andreas era riuscito ad afferrare e riproporre tutte quelle caratteristiche che rendono Los Angeles uno dei simboli più caratteristici degli Stati Uniti, qualche anno più tardi, con Midnight Club, Rockstar fu in grado di superare sé stessa realizzando una città ispirata a Los Angeles fin nei minimi particolari: dai quartieri di Beverly Hills, ai locali più noti.

Anche se, in questo caso, la metropoli non era un ambiente esplorabile a piedi, la softwarehouse era riuscita a renderla una sorta di “arena pulsante“, capace di stupire più del realismo delle automobili, le vere protagoniste del gioco.

È, però, con LA Noire, ovvero la più recente visita a Los Angeles da parte di RockStar, che la Città degli Angeli si presenta alle console di ultima generazione in tutto il suo splendore, trasformando il gioco in una sorta di macchina del tempo virtuale, capace di trasportare gli utenti in un mondo lontano eppure esplorabile in ogni sua strada.

Come influirà su GTA 5, tutta l’esperienza che Rockstar è riuscita ad acquisire nel corso di questi anni? Se Grand Theft Auto V si inserirà davvero all’interno di questa lunga e conclamata tradizione, quello che si potrebbe svelare davanti ai nostri occhi sarebbe un incredibile salto di qualità simile a quello osservato con Liberty City in GTA III e IV.

Considerando che i periodi storici in cui sono ambientati LA Noire e GTA V sono molto diversi, sarà difficile riscontrare qualche somiglianza, ma sicuramente ritroveremo quell’attenzione per i dettagli e i particolari che abbiamo già avuto modo di apprezzare. Quanto a Midnight Club: Los Angeles, invece, i due titoli appartengono a generi diversi, GTA 5 sarà ovviamente superiore per l’interazione che offrirà, tuttavia proprio questo gioco potrebbe, se accompagnato con lo splendido GTA IV, essere un ottimo assaggio di quello che ci aspetta in Grand Theft Auto V.

Insomma, Los Angeles è ormai diventata una seconda casa per Rockstar, un luogo a cui far ritorno per rigenerarsi e trovare nuovi stimoli, cosa che – in questo periodo – non potrà fare che bene all’industria e a tutti quei giocatori che aspettano con ansia quello che sarà sicuramente uno dei giochi più acclamati e controversi del prossimo anno.


14 Commenti

  1. VA:F [1.9.17_1161]
    -13

    Secondo me,è solo perke’ los angeles è molto grande come citta!

  2. VA:F [1.9.17_1161]
    +5

    troppo fico non vedo l’ ora che esca viva la rockstar games

  3. VA:F [1.9.17_1161]
    +3

    esatto! new york difatti era troppo piccola per farci il gioco!!! -.-

  4. VA:F [1.9.17_1161]
    +7

    stateve boni…….è vero che LA è piu grande di New York, e perche Los Angeles e’ la West Coast ed e’ la mejo

  5. VA:F [1.9.17_1161]
    -4

    In tutti questi anni si parla di zombie in continuazione.
    Ma, un videogioco che li rappresenta c’è ne sono stati molti come Resident Evil, House of the dead e sicuramente dead rising n1.
    Potrebbero fare un gta basata sui film di George a Romero.
    Cj è altri 3 sopravissuti. Che si rifugiano in una villa attaccata dagli zombie vicino a Philadelphia.Un centro commerciale posizionato a Los Angeles, una base militare nel montana è infine la città potrebbe essere new York .
    Ogni personaggio entra in tutti i palazzi, ristorante cinema , stazione di polizia, ospedali con obitori,persino in qualche chiesa ecc.

  6. VA:F [1.9.17_1161]
    +6

    Los Angeles non è più grande di New York… New York è più grande sia per area sia per abitanti (21 milioni contro 13). Informatevi meglio prima di postare castronerie ;) .

  7. VA:F [1.9.17_1161]
    -5

    sti kazzi, po esse ke e piu grande ma qst nn conta, il fatto e ke LA e la mejo ;)

  8. VA:F [1.9.17_1161]
    -3

    da quello che mi sembra di capire leggendo su internet e guardando il trailer questo nuovo gta sarà né più né meno che lo stesso gta di sempre privo di veri nuovi elementi di gameplay con l’unica differenza di essere più grande e graficamente migliore. Sarà un gta IV con una mappa più grande. non vedo l’ora…

  9. VA:F [1.9.17_1161]
    +6

    Beh… sono certo che questo gioco sarà mostruosamente bello…
    Di nuovo a Los Santos.. che ricordi!

  10. Avatar di BlackEVIL
    VN:F [1.9.17_1161]
    +2

    a me non interessa molto l’ambientazione, l’importante è che il gioco valga la pena. GTA IV rispetto ai suoi predecessori non mi ha convinto per niente [-X

Scrivi un commento, la tua opinione conta!

Devi effettuare il login per scrivere un commento.



-_-