Anteprima » Final Fantasy XIII-2

Final Fantasy XIII-2 Anteprima » Xbox 360

Dopo tanta febbrile attesa ecco finalmente la demo del nuovo capitolo relativo alla saga di Final Fantasy. Il capitolo precedente aveva scontentato decisamente la propria utenza affezionata quindi la Square Enix ha deciso di correre ai ripari correggendo tutte le mancanze segnalate, ma il risultato finale corrisponde alle aspettative e al classico marketing pre-vendita? Difficile dirlo senza il gioco completo tra le mani ma intanto qualcosa su cui discutere ci è stato appena regalato.

Dopo aver registrato la nostra prima partita salvata veniamo gentilmente informati che i salvataggi saranno automatici, una cosa non certo gradita ai più, e che potremo usare anche il Cloud per la gestione del salvataggio, ergo non sarà più dentro la nostra xbox ma bensì nella grande Rete in modo da poterne usufruire anche se siamo su una console differente.

Niente intro cinematografica ma direttamente nel secondo capitolo, la grafica non delude dato che è particolareggiata e fluida, ho notato poi con piacere che finalmente il Mog è tornato quello di una volta e non qualche strana mutazione, ma abbiamo poco respiro dato che dopo qualche chiacchierata di circostanza ci ritroviamo a dover combattere una mano gigantesca.

Qui possiamo fare subito conoscenza col sistema di combattimento che per certi versi sembra esser tornato agli albori ma con alcune curiose modifiche.

Scordatevi il tempo reale, infatti la gestione sarà a turni anche se il tempo scorrerà comunque nel caso non compiate un’azione, ma in certi casi vi converrà attendere dato che ci sarà la cara buona vecchia barra che si ricaricherà permettendovi di colpire più pesantemente, non sarà infatti una barra unica ma bensì suddivisa in più parti e ad ognuna di esse corrisponde un colpo o azione ulteriore, ergo se volete fare danni o curarvi dovrete attendere……

I nemici poi spesso non saranno visibili ma compariranno dal nulla come era d’uopo eoni fa e ci sarà data la possibilità di colpirli in anticipo per poter accedere a un attacco preventivo assai utile, questo chiaramente solo nelle sezioni “aperte” e non certo in quelle pilotate.

Torniamo quindi alla Manona Cattivona che non ama la vostra indecisione e cercherà di farvi sonoramente vedere le stelle e voi naturalmente non siete intenzionati a prenderle. Ecco allora entrare in gioco l’Optimum che altro non è una sorta di schema pre impostato da voi stessi e che potrete cambiare in tempo reale.

Quindi quando vorrete menare userete l’Optimum con le azioni di attacco, mentre quando vorrete difendervi userete quello con le azioni di difesa, cura o altro, ma per rendere la cosa ancora più “complessa” dentro l’Optimum ci andranno infilate le Classi, tipo Sentinella, Curatore, Attaccante, che offriranno poteri particolari. Quindi ci vorrà un po’ di sana pianificazione anche se però torniamo ad una delle cose che non avevo gradito sin dai più recenti capitoli e cioè l’uniformare i personaggi senza creare loro un’identità di base. Alla fine ci si ritrova con PG multiruolo alquanto freddi come personalità ma questa è chiaramente una questione di gusti, fortunatamente il sistema di level up sembra esser personalizzato e comprende anche i mostri che catturerete.

Interessante infatti l’implementazione dei mostri come alleati, può capitare infatti che dopo un combattimento la creatura battuta si trasformi in un cristallo che potrà essere allegato al nostro Optimum fornendoci non solo dei bonus durante gli scontri ma anche un attacco aggiuntivo, attacco che se ben eseguito grazie alla classica combinazioni di tasti da eseguire con precisione farà decisamente più danni.

E a proposito di combinazioni di tasti certosine, sembra essere l’ultima tendenza quella di obbligare il giocatore a premere o ruotare il pad in momenti ben precisi per dare l’impressione d’interattività, una cosa che alla lunga potrebbe anche stancare.

Dopo esserci salvati per il rotto della cuffia veniamo catapultati in una città sotto una pioggia torrenziale d’effetto, soprattutto grazie anche alle gocce d’acqua che colpiscono il vostro schermo virtuale.

E’ qui che possiamo compiere la nostra prima esplorazione della Demo, non ci sono tante persone con cui parlare e serve solo a farci un’idea dell’ambientazione anche se in realtà incontreremo chi ci darà la classica sub-quest e una delle figure controverse di questo gioco e cioè Chocolina.

Cosa posso dire di un personaggio con un chocobo morto in testa, vestita come una ballerina brasiliana e con una voce fastidiosissima? Chiaro che il personaggio “sexy” attira sempre ma in questo caso mi pare che quelli di Square-Enix abbiano cannato vista l’inutilità di questa figura che sembra esser ora come ora utile solo a fare da negoziante a meno che non abbia una sua parte nella storia principale.

Ma alla fine il gioco va comprato o no? Difficile dirlo dopo questa demo, vero che diverse lacune sembrano esser state colmate, le mappe infatti non sono lineari come in passato, il sistema di combattimento è più soddisfacente e le città non sono eterne solo per allungare la minestra delle ore di gioco, ma chiaramente si parla di una Demo quindi di default si cerca di presentare il meglio e nascondere il peggio.

Confesso di essere moderatamente ottimista, non siamo certo davanti ad un titolo che farà la storia, e mi farà piacere essere smentito, alcune cose come il recupero totale dell’energia dopo ogni combattimento o la freddezza dei menu sono il retaggio di scelte commerciali per titillare il mercato occidentale e non i vecchi giocatori ma “purtroppo” i tempi cambiano e l’utenza finale pure.

Non ci resta che attendere il prodotto finale che sarà in inglese con i sottotitoli e menu in italiano.

P.S.: La Demo, seppure imponendo il salvataggio automatico, non sembra permettere il caricamento del medesimo, infatti memorizza le ore di gioco ma quando spegnete la console e fate ripartire il gioco non compare l’opzione Load e dovrete per forza sovrascrivere l’unica partita salvata. Questo NON è un buon segno di rispetto nei confronti dell’utenza…


Scrivi un commento, la tua opinione conta!

Devi effettuare il login per scrivere un commento.



-_-