Assassin’s Creed Unity denunciato per “propaganda anti-Rivoluzionaria”

PC PS4 Xbox One

Assassin’s Creed Unity di Ubisoft racconta la propria versione della Rivoluzione Francese, nella quale figurano personaggi storici quali Maximilien de Robespierre, il Marchese de Sade e Napoleone Bonaparte.

Ma non tutti in Francia hanno accolto calorosamente l’interpretazione della compagnia del più importante evento storico nazionale.

Jean-Luc Mélenchon , un ex Ministro e candidato alla presidenza Francese, ha denunciato il gioco come “propaganda” che favorisce la narrativa dal punto di vista dei regnanti francesi a discapito di quella dei rivoluzionari, dichiarando:

[Unity] fornisce un’immagine di odio per la Rivoluzione, odio per il popolo, odio per la repubblica che è lampante nel contesto dell’estrema destra.

Il politico di sinistra ha descritto Maria-Antonietta come “quella cretina, che viene rappresentata come una povera, piccola ragazzina ricca” nel gioco. Ma il suo disprezzo maggiore è dedicato a come la Ubisoft ha rappresentato Robbespierre, il capo della Rivoluzione e, va detto, esecutore di massa dei suoi nemici.

L’uomo che è stato il nostro liberatore ad un certo punto della Rivoluzione, poichè questa durò per molto tempo, Robespierre, viene qui presentato come un mostro. Questa è propaganda contro la gente, la stessa gente che viene dipinta come barbari e selvaggi assetati di sangue. Nel 1789 c’erano dei ‘poveri’ aristocratici, e sono mostrati come persone irreprensibili.

Attualmente, non si registrano commenti a riguardo da parte di Ubisoft.

Fonte: LINK

NOV 2014 18


Scrivi un commento, la tua opinione conta!

Devi effettuare il login per scrivere un commento.




 

-_-