Recensione » Assassin’s Creed: Revelations

Assassin’s Creed: Revelations Recensione » Xbox 360
9.0/10

Non è solo più vecchio. E’ più maturo, più cosciente di quello che fa. E’ più stimolante. E’ il migliore della serie. Stiamo parlando di Assassin’s Creed: Revelations, l’ultima fatica Ubisoft per quanto concerne le avventure di Ezio Auditore nella saga degli assassini.

E’ tornato…e non è solo!

Assassins Creed Revalations

L’elogio iniziale è dovuto a più fattori. Non siamo più di fronte ad una novità assoluta e far bene è ancor più difficile. Tutti sappiamo ormai come brandire una spada, come infilzare un templare e come arrampicarci su per i tetti. E’ chiaro, essendo il quarto gioco dedicato alla saga, è difficile essere emozionati e sorpresi come la prima volta. Nonostante questo, però, il fascino dell’età si fa sentire. Ezio è maturo ed è finalmente ad un passo dallo scoprire quelle verità per cui ha lottato tutta la vita. I giorni in cui il timido ragazzino di Firenze andava per strada ad importunare donzelle e a fare a cazzotti con i propri amici è finito. E’ tempo di giungere alla verità e di rivelare finalmente i misteri del passato.

Occorre tralasciare la trama per non rovinarvi l’esperienza di gioco. Sappiate solo che passato e presente si uniranno, potendo addirittura in alcune fasi controllare anche il caro Altair. Che ci facciamo nei suoi panni? Beh, è una domanda a cui non possiamo proprio rispondervi. Pad alla mano scoprirete l’avventura da molti punti di vista, ma non possiamo davvero rovinarvi le varie sorprese.

Solito gameplay…?

Assassins Creed Revalations

Dal punto di vista del gameplay siamo di fronte alla classica impostazione action che ha caratterizzato le storie di Ezio. Nei panni dell’assassino andremo in giro per le varie citte, potendo anche attraversare corsi d’acqua con grandi navi, per evitare le lunghe scorribande da un luogo all’altro. Al solito, l’azione di gioco si svolgerà, oltre che nei vicoli della città, in questo caso Costantinopoli, anche su i tetti delle case. Ezio è anziano, ma ancora atletico come sempre. Anzi, il nuovo uncino di cui saremo dotati permetterà arrampicate ancora più veloci e difficoltose. L’uncino, infatti, è una delle novità di gioco. Premendo il tasto cerchio a mezz’aria, Ezio tenterà di allungare il braccio e ad aggrapparsi a qualsiasi sporgenza, anche lontana. Quando prenderemo i controlli di Altair, la mancanza di questo elemento si farà davvero sentire. Per il resto, non cambia poi molto, e anche questo Reveletions trae spunto dalle varie missioni che ci verranno di volta in volta assegnate con lo stesso identico procedimento di Brotherhood. Quello che, però, risultava poco convincente nel predecessore, risulta ottimamente implementato in questo Reveletions: la trama.

Sono un grande fan della serie, ma a parte il finale, Brotherhood aveva segnato una battuta d’arresto nelle storie narrate. Questo Revelations, sarà per l’ultimo della saga di Ezio, parte con un piglio diverso, sin da subito misterioso. Sarà il fascino dell’età, sarà che siamo molto distanti da casa in una terra sconosciuta. Sarà quel che sarà, ma la storia è incalzante e coinvolge sin dalle prime battute. Inoltre, anche se è vero che il personaggio è sempre lo stesso, l’età di Ezio lo rende completamente diverso. Non è solo la folta barba a far apparire il protagonista diverso, ma anche il modo di parlare, di affiancarsi alle missioni. Insomma, anche se è il terzo episodio consecutivo su Ezio, il protagonista restituirà questa volta un feedback diverso, fresco e in grado di catturare l’attenzione del giocatore come se fosse diverso.

Ma parliamo di qualcosa che è davvero differente. Ubisoft ha introdotto delle azioni difensive, che in alcuni frangenti porta il gioco verso il genere dei Tower Defense. Difatti, in alcune sezioni di gioco dovremo proteggere una determinata area. Avremo a disposizioni varie azioni, come il posizionamento di alcune unità su per i tetti, o il posizionamento di barricate lungo le strade. Ovviamente, per posizionare unità difensive sui tetti dovremo disporre del morale acquisito in combattimento. Questo nuovo elemento, in realtà, non è particolarmente riuscito: la difficoltà di gioco non è alta, e l’azione a schermo spezza l’avventura di Ezio. E’ vero, conferisce varietà al gameplay, ma il cuore pulsante dell’intera produzione rimane la parte action in terza persona che da sempre ha contraddistinto la saga.

Grafica migliorata

C’è dell’altro! Ezio è più maturo, così come lo stesso team di sviluppo che ha migliorato enormemente il reparto grafico. Texture più pulite, volti più convincenti e background mozzafiato. Firenze, e l’Italia in generale, è stata un’ottima location, difficile da rimpiazzare, ma Costantinopoli è altrettanto affascinante, ricca di mercati in cui girovagare. Insomma, l’occhio vuole la sua parte e Revelations, nonostante sia un prodotto multipiattaforma e non esclusiva, è in grado presentarsi visivamente nel migliore dei modi. L’audio è massimamente coinvolgente e il doppiaggio audio è, come sempre, all’altezza della situazione, sempre carico di pathos, battuta dopo battuta.

Le missioni non sono poi troppo diverse dai predecessori. Si tratterà sempre di pedinare qualcuno, uccidere determinati obiettivi prima di essere scoperti, proteggere un amico da attacchi di eserciti rivali, e tante altre missioni che abbiamo imparato a conoscere nei precedenti episodi. E’ chiaro, non siamo più di fronte ad un prodotto originale. Non potrebbe essere: Assassin’s Creed nasce in un genere ben definito, e continua su questa strada, come è giusto che sia.

Videorecensione

Scarica Flash Player per vedere questo video.

Un must per i fan

Se avete giocato fino ad ora le storie di Ezio, non potete certamente mancare questo capitolo conclusivo della storia. Sarebbe come arrivare all’ultima pagina di un libro senza leggerla. Inoltre, Reveletions migliora la grafica e rende l’atmosfera sempre misteriosa, come si addice ad un prodotto del genere, che divaga tra storie di templari, cospirazioni e antichi manufatti portatori di grandi poteri. Nulla è reale, tutto è lecito!

Questa recensione è basata su una copia promozionale per Xbox 360


7 Commenti

  1. Avatar di assasinezio98
    VN:F [1.9.17_1161]
    0

    grandeeeeeeeee gioco sarà nel mio scaffale!!!!!!!!!!!
    w ezio :p

  2. VA:F [1.9.17_1161]
    +2

    Potrete dire tutto….ma tranne che è più facile di tutti…anzi…

  3. VA:F [1.9.17_1161]
    0

    Sbaglio o il suono è in dolby digital?

  4. VA:F [1.9.17_1161]
    +1

    sec me il finale e brutto, xke nn si puo finire cun desmond che dice,”io so cs fare”, sec me dovrebbero farne un altro

  5. Avatar di Drew
    VN:F [1.9.17_1161]
    0

    Sinceramente mi aspettavo molto di più

Scrivi un commento, la tua opinione conta!

Devi effettuare il login per scrivere un commento.



-_-