Al vaglio della Suprema Corte USA la legislazione sui giochi “violenti”

Giochi Violenti

Al vaglio della Corte Suprema Federale degli Stati Uniti d’America è stata posta la questione sulla legittimità della legislazione che si occupa della vendita e noleggio dei videogiochi “violenti”.

In base a tale legislazione, le case distributrici dei giochi hanno l’obbligo di richiedere la certificazione all’ente ESRB, che si occupa appunto di stabilire l’età minima per poter acquistare il gioco in questione. Una volta fissata l’età minima, i vari negozi hanno il divieto di vendere o noleggiare il gioco ad un soggetto di età minore.

La questione di legittimità verte sulla presunta violazione del principio di libertà di parola da parte della legislazione prima citata.

Curioso di sapere come la situazione verrà risolta. A mio parere, molte volte ci si accanisce troppo e senza validi motivi sui giochi definiti “violenti”, come se i film ed i programmi televisivi fossero poi molto diversi!

Via VG247

APR 2010 27


Scrivi un commento, la tua opinione conta!

Devi effettuare il login per scrivere un commento.




 

-_-